Smartphone e radiazioni: alcuni modelli sono molto più pericolosi, ecco quali

Uno smartphone va comprato per le sue caratteristiche che possono servire alle proprie esigenze ogni giorno. Infatti non bisogna spendere troppi soldi se si sa che quel dispositivo non verrà usato per determinati scopi al di fuori di quelli ricreativi.

Proprio per tale motivo bisogna valutare anche altri aspetti come ad esempio le onde elettromagnetiche che ogni smartphone emette. Viene infatti tenuto conto anche di questo soprattutto dagli esperti, i quali raccomandano infatti di valutare anche tale caratteristica. Gli smartphone, come tantissimi altri dispositivi sono infatti dotati di antenna ed espongono quello che è il nostro corpo ha delle radiazioni a radiofrequenza.

A rilevarle e soprattutto a misurarle sono gli indici SAR, i quali ci fanno capire quale sia il valore reale. Non bisogna però aver paura visto che la maggior parte degli studi effettuati su gli uomini esclude tutte le conseguenze per la salute con l’utilizzo degli smartphone. Solo in alcuni casi è venuto fuori un aumento di gliomi e neurinomi del nervo acustico.

 

Smartphone: quali sono quelli che emettono più radiazioni?

C’è da fare una classifica, soprattutto per quanto riguarda gli smartphone che emettono più onde elettromagnetiche. Bisogna riportare di nuovo che però non ci sono rischi per la salute. Il primo in assoluto è il Motorola Edge con 1,79 watt di radiazioni per chilogrammo all’orecchio e 1,68 W/Kg al corpo.

A seguire ci sono altri smartphone di uno dei marchi ai margini, ovvero Allview. Il P7 Pro e l’X4 Soul hanno rispettivamente valori pari a 1,82 e 1,65. State quindi attenti a questi valori ma non troppo visto che non portano problemi.