batteria smartphone

La batteria dello smartphone è un componente critico. Solitamente, infatti, è la causa principale che ti fa cambiare il dispositivo. Nel tempo infatti, la sua efficienza può calare drasticamente. Anche se esiste un ciclo di vita stimato tra 3 e 5 anni, a seconda dell’uso, ci sono alcune abitudini che possono danneggiarle fortemente.

I consigli valgono sia per gli iPhone che per Android, ecco come fare:

È meglio utilizzare il cavo fornito con il dispositivo

Una delle cose peggiori e pericolose che puoi fare è utilizzare cavi economici o incompatibili con il tuo telefono. Le storie in cui i telefoni prendono fuoco dal nulla, hanno a che fare con questo tipo di problemi.

Per questo motivo è meglio utilizzare sempre gli accessori di fabbrica con cui ogni dispositivo viene fornito.

Meglio evitare i cavi “di terzi”, come si suol dire, cioè prodotti da terzi che non siano gli originali.

Lascia che la batteria vada a zero

Questo è uno dei grandi miti ancora validi. Molte persone pensano che sia necessario scaricare completamente la batteria prima di ricaricarla. E questo è un errore.

I cicli di carica sono quelli che influiscono maggiormente sulla durata di una batteria. Il ciclo costante di carica e scarica degrada lentamente la salute della batteria, peggiorandola ulteriormente quando il ciclo del telefono parte dallo 0%.

Ciò non significa che, se mai accade, danneggerà permanentemente la batteria. Ma sì, se diventa un’abitudine, in poco tempo la batteria funzionerà molto meno.

È meglio mantenere il telefono carico il più possibile tra il 20 e l’80%. Alcuni telefoni hanno funzionalità per aiutare a farlo, ma è importante ricordare che cicli di carica più brevi sono migliori per la batteria.

Carica sempre al 100%

Questo è l’altro lato del problema: avere la carica sempre al 100% non fa bene al dispositivo. In effetti, è terribile come lasciarlo allo 0%. Un problema tipico è quello di lasciare il telefono in carica tutta la notte, visto che arriva al 100% e rimane collegato per diverse ore. Questo non va bene per il ciclo di vita della batteria.

È anche vero che i telefoni moderni, quando raggiungono il 100%, smettono di caricarsi proprio per evitare questo problema. Ma quando scende al 99%, si ricarica per arrivare al 100%. La cosa negativa è che questo piccolo ciclo si ripete più e più volte e non fa bene alla batteria.

La buona notizia è che l’iPhone e alcuni telefoni Android ora hanno una funzionalità di ricarica che risolve questo problema. ”

Sottoporre il telefono a calore estremo

Il calore non va d’accordo con i cellulari.  E questo è un motivo in più per non averlo collegato costantemente, poiché il carico aumenta la temperatura.

Ma è anche un avvertimento su dove lasciare il telefono quando non lo stiamo utilizzando, e probabilmente è una buona idea non tenerlo in un luogo esposto al sole o vicino a fornelli o stufe.

Il calore può provenire anche da altre fonti. Giocare a giochi ad alta intensità di risorse, lasciare il telefono sul finestrino dell’auto caldo o lasciarlo “cuocere” al sole sulla spiaggia. Tutte queste cose possono surriscaldare il telefono e danneggiare la batteria nel processo.

FONTEobservatorial.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it