La crittografia end-to-end è ormai un must per tutti i servizi di messaggistica: questa permette di rendere estremamente sicure le chat, visto che nessuno possono vedere i messaggi, se non ovviamente mittente e destinatario.

Tra le applicazioni che la supportano, si è da poco aggiunta, e per fortuna, anche Messenger di Meta. Più precisamente aveva già iniziato a supportarla tempo fa, ma non per tutti. Scopriamo insieme maggiori dettagli.

 

Messenger: ora la crittografia end-to-end è per tutti

L’applicazione, come anticipato poco fa, aveva iniziato a supportare la crittografia end-to-end già dal 2016, ma solo da ieri questa è disponibile per tutti gli utenti, sia per quanto riguarda le chat che le chiamate. Per sfruttare questa funzionalità, è possibile attivare l’opzione Messaggi temporanei, che si trova scorrendo vero l’alto su una chat già esistente, oppure attivando l’apposito toggle durante la creazione di una nuova chat.

Oltre a ciò, l’app riceve diverse funzionalità, come la possibilità di utilizzare GIF, adesivi, reazioni o inoltrare messaggi nelle chat con crittografia. Inoltre, effettuando uno screenshot nelle chat crittografate, sarà inviata una notifica. Ad annunciarlo è stato Mark Zuckerberg in persona attraverso un post sul suo profilo ufficiale.

Ecco le sue parole: “il nuovo aggiornamento per la crittografia end-to-end nelle chat di Messenger ti farà arrivare una notifica se qualcuno cattura una schermata su un messaggio temporaneo. Le chat crittografate si arricchiscono, inoltre, di GIF, adesivi e reaction“. Insomma, siamo di fronte a un primo assaggio di quelli che si prospettano come grandi piani per il nuovo corso del colosso di Menlo Park.

Avatar
Sono Veronica, ho 25 anni e vivo sul Lago di Como, più precisamente a Mandello del Lario, conosciuto soprattutto per la Moto Guzzi. Amo scrivere e condividere con voi tutte le novità del giorno.