Unieuro e il regalo shock: smartphone gratis per tutti, il messaggio è incredibile

Per avere le migliori offerte Amazon test tamponi rapidi e le mascherine FFp2 ai prezzi migliori, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare. E’ gratuito. 

Il periodo in Italia è davvero interessante per via dei saldi, quindi se volete acquistare qualcosa fareste meglio a muovervi in questo momento. Secondo quanto riportato, sono tanti i negozi a proporre sconti incredibili, sia per quanto riguarda l’abbigliamento ma anche per quanto concerne la tecnologia e l’elettronica.

Unieuro è uno dei colossi maggiori nel mondo appena citato e a quanto pare i suoi sconti hanno destato l’attenzione del pubblico che sta andando avanti con gli acquisti soprattutto sul suo sito e-commerce. Bisogna però stare attenti, visto che ci sono tantissime problematiche di mezzo che stanno portando le persone a perdere i soldi dal proprio conto corrente o dal credito residuo. Un messaggio infatti avrebbe utilizzato il nome di unieuro per convincere le persone che ci sarebbe un modo per ottenere smartphone gratis tramite il suo sito e-commerce. Chiaramente non c’è nulla di vero, ma solo un sito che sembra praticamente uguale a quello di Unieuro.

 

Unieuro e la truffa che sta portando via soldi a utenti: ecco il vero messaggio che trovate sul sito reale

Unieuro sta affrontando una nuova avventura, questa volta molto pericoloso. Sarà infatti compito dell’azienda provare a far capire a tutti che c’è una truffa in atto, la quale potrebbe portare via dei soldi dal conto corrente o del credito residuo. 

Il nuovo messaggio che si è diffuso sta praticamente dicendo agli utenti alcuni smartphone possono essere ottenuti gratis dal sito ufficiale. Il tutto cliccando su un link che è in realtà un fake. Questo porta ad una pagina praticamente uguale a quella del colosso, mediante la quale però gli utenti finiranno per abbonarsi ad alcuni abbonamenti a pagamento senza neanche saperlo.

Avatar
Appassionato di informatica dall'adolescenza. Nostalgico degli anni '90, quando per masterizzare un cd ci voleva mezz'ora e al posto degli instant messenger si usavano gli squilli sul cellulare.