Covid e scuola: adesso cambia la gestione degli eventuali positivi, no alla DaD

Sono cambiate ufficialmente le regole all’interno delle scuole per quanto riguarda i contagi Covid. Gli alunni che dovranno andare in quarantena saranno solo quelli positivi e l’intera classe ci andrà solo se i positivi saranno almeno tre. 

Se dovesse verificarsi un solo caso di positività, i compagni di classe dovranno effettuare un test nel più breve tempo possibile. Se il test in questione dovesse poi risultare negativo, si potrà fare rientro a scuola. Sarà poi fatto un nuovo test dopo 5 giorni. Nel caso in cui ci siano due positivi vaccinati o negativi al Covid da massimo 6 mesi, sarà fatta sorveglianza con testing.

Ovviamente ci saranno anche alcuni cambiamenti in corso d’opera, in merito anche a quelli che saranno i mutamenti. La situazione verrà comunque monitorata giorno dopo giorno.

Io credo che tra oggi e domani il nuovo protocollo per la scuola verrà approvato. Abbiamo iniziato la scuola in presenza, ma l’obiettivo è di mantenerla in presenza“. Queste le parole da parte del sottosegretario alla Salute Costa durante la scorsa settimana.

 

Queste le dichiarazioni di Mario Rusconi, presidente dell’Anp di Roma e Lazio (ANSA):

Nel primo giorno di applicazione delle nuove norme sulle quarantene, a Roma non si segnalano particolari criticità. A seguito di alcuni ragazzi risultati positivi al Covid, si è dato il via ai ciclo di tamponi, con alcune classi in quarantena. Riteniamo le nuove regole un passo in avanti positivo, ma ribadiamo la necessità che le Asl non ci lascino soli nella gestione dei casi. Serve un’attenta e coordinata supervisione