smartphone-ericsson-t28-cellulare-da-collezione-valore-immenso

Il collezionismo ha raggiunto anche il mondo degli smartphone. Modelli di vecchi cellulari incredibili per i quali oggi qualunque appassionato farebbe carte false per averne uno. Sono moltissimi i modelli che, nel corso degli anni, hanno fatto la storia della telefonia mobile. E proprio quelli che alcuni considerano ferro vecchio, oggi sono in cima alle classifiche per quotazione e rarità. Scopriamo insieme quello che ha un valore immenso e potrebbe rivelarsi un ottimo investimento per il futuro.

 

Smartphone: Ericsson T28 è il modello da collezione più apprezzato di sempre

Se ci guardiamo indietro scopriamo che gli smartphone che oggi teniamo fra le mani hanno una lunga storia, più entusiasmante di quanto possiamo pensare. Chi di voi ricorda il Motorola DynaTAC 800X? Lanciato nel 1984 è stato prodotto solo in 300 mila esemplari e nemmeno esteticamente assomiglia ai nostri attuali dispositivi.

Potremmo definirli smartphone vintage da collezione perché hanno precorso i tempi aprendo la strada alle attuali tecnologie che, effettivamente, sono ben lontane da quelle degli inizi. Tuttavia esiste un modello che si è avvicinato molto all’idea che abbiamo oggi di mobilità cellulare.

Certo, è molto differente dai nostri smartphone, ma la sua forma e leggerezza lo ha trasformato in un must tra i modelli dell’epoca. Stiamo parlando dell’Ericsson T28. Prodotto dall’omonima azienda, è stato uno dei telefonini più venduti nel 1999. Non è stato molto apprezzato da chi doveva ripararlo vista la sua forma e la posizione delle componenti poco comode a una riparazione.

Tuttavia il design e la leggerezza hanno fatto sì che questo antico smartphone raggiungesse il cuore degli acquirenti. L’inconfondibile sportellino di plastica che proteggeva i tasti quando lo si metteva in tasca e il mini display in bianco e nero lo hanno da subito reso un modello top per chi voleva sfoggiare qualcosa di unico.

Oggi, questo modello se funzionante e conservato in buone condizioni può valere fino a 100 euro. Prima di venderlo però, vi consigliamo di verificare la disponibilità di vendita nel mondo dell’usato. Se ce ne sono pochi fareste bene ad alzare il prezzo.