app-pericolose-denuncia-5rights-pericolo-bambini-minori

È scattata la denuncia nei confronti di diverse app ritenute pericolose perché mettono in pericolo i bambini. Nessuna protezione per i minori. Ad aver condotto l’indagine e segnalato le app pericolose è stata l’associazione 5Rights, ente specializzato nella protezione dei diritti digitali dei minori. In sostanza l’accusa verte su una scelta sconsiderata da parte di queste applicazioni non solo nel gestire i dati sensibili, ma anche nello spingere i bambini a condividere la loro posizione per ricevere annunci pubblicitari mirati.

 

App pericolose: 5Rights denuncia e accusa le più famose perché mettono in pericolo i minori

Non molto tempo fa la baronessa Beeban Kidron, presidente di 5Rights, aveva dato risposta alla tragica morte dell’adolescente Frankie Thomas che si è tolta la vita dopo aver visualizzato contenuti dannosi online. Un modo per sottolineare quanto alcune app siano seriamente pericolose per i bambini:

Rendo omaggio ai genitori di Frankie per il loro coraggio e per i tentativi di assicurare chiarezza su ciò che ha portato al suicidio di Frankie. Il materiale a cui Frankie ha avuto accesso nei mesi e nei giorni che hanno portato alla sua morte – nonostante sia stata registrata come bambina – è orrendo. Non doveva essere messo a disposizione di un bambino, eppure a Frankie è stato offerto in quantità industriali. È straziante che un’altra famiglia debba pagare un prezzo così tragico per la mancanza di protezioni online per bambini e giovani“.

Parole forti che si aggiungono alla denuncia che l’associazione ha fatto a diverse app ritenute pericolose e dannose per i minori. Tra queste compaiono TikTok, Snapchat, Instagram e Twitter. Le formule di registrazione e la richiesta di condividere la posizione metterebbero in serio pericolo i bambini iscritti a questi social network. Un impegno a tutto tondo per proteggerli. Infatti:

5Rights ha finalizzato la sua prima posizione sulla proposta della Commissione Europea per un Regolamento sull’Intelligenza Artificiale. Questo disegno di legge include un divieto assoluto sui sistemi di intelligenza artificiale che sfruttano le vulnerabilità dei bambini“.

 

VIAVia
FONTE5Rights Foundation