truffe

Le truffe online stanno aumentando sempre di più nel nostro Paese e pare che siano sempre più pericolose. Quindi, quando vediamo una mail non chiara è sempre meglio non cliccarci sopra. Anche in tal caso, questa è una tecnica utilizzata dai cybercriminali, ossia il phishing. Questo è quanto comunicato di recente dall’Agenzia delle Entrate che, di recente, ha messo in allerta tutti gli utenti che si trovano delle false mail che riguardano pagamenti fiscali in sospeso. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Truffe online: conoscere come funzionano per saperci difendere

I destinatari vengono inviati direttamente presso la banca o un ufficio postale andando a portare con sé un file in allegato. Ovviamente, nessuna banca cercherà di convincere le persone affinché si aprano dei malware dal PC.

Il phishing agisce proprio in questo modo e ha come scopo principale quello di far sì che i soggetti a cui è stata inviata questa mail vadano ad inserire all’interno della pagina fake  della propria banca – fornita dai malfattori – o della posta i loro dati personali e del conto corrente mediante mail, telefono o SMS.

Per evitare qualsiasi situazione spiacevole è inutile dirvi che non dovrete aprire nessun collegamento ipertestuale prima di verificare se i mittenti sono reali o meno. Quindi, in soldoni, se vedete un utente sospetto è meglio cancellare subito la mail in questione. La sezione “Focus sul phishing“, presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate, può risultarvi d’aiuto per avere tutte le spiegazioni di cui avete bisogno per non essere vittime di questo spregevole sistema.