ryanair-passeggeri-bannati-per-aver-richiesto-un-rimborso-causa-covid

Ryanair ha bannato diversi passeggeri per aver richiesto e forzato un rimborso a causa delle restrizioni di viaggio dovute al Covid-19. I voli in oggetto potevano eseguire tranquillamente le loro tratte, ma alcuni utenti, che avevano acquistato i biglietti, non potevano salirvi a bordo per diversi blocchi causati dall’emergenza pandemica in corso. Scopriamo insieme tutti i dettagli di questa singolare vicenda e cosa ha risposto la compagnia aerea low cost irlandese.

 

Ryanair: cosa è successo ai passeggeri oggi bannati da tutti i voli della compagnia

Sono all’incirca un migliaio gli utenti che ad oggi non possono acquistare alcun volo disponibile della nota compagnia aerea low cost irlandese. In sostanza, Ryanair ha bannato questi account perché avrebbero forzato il rimborso di uno o più voli senza l’autorizzazione e il nulla osta della società.

Hanno scelto consapevolmente di non viaggiare e poi hanno richiesto illegalmente lo storno degli addebiti tramite la società della carta di credito“. È questa la risposta ufficiale di Ryanair in merito alla vicenda che sta facendo molto discutere l’opinione pubblica.

Non è la prima volta che Ryanair si trova al centro di una polemica, ma questa volta pare che gli acquirenti abbiano agito lontani dalle regole anche se scomode. In pratica questi mille passeggeri del Regno Unito avrebbero consapevolmente acquistato biglietti non rimborsabili.

A seguito delle ulteriori restrizioni, sconosciute al momento dell’acquisto, non potendo più viaggiare avrebbero fatto domanda di rimborso alla compagnia che è stata ovviamente rifiutata. Dopo ciò, chi aveva pagato i biglietti con carta di credito ha chiesto alla propria banca di annullare la transazione.

Per Ryanair si tratta di un insoluto e quindi l’utente che ha omesso il pagamento viene automaticamente bannato non potendo così acquistare biglietti aerei della compagnia. Questo fino a quando non regolarizzerà il maltolto.

Secondo voi chi ha ragione? Ryanair, che aveva specificatamente indicato che quei biglietti non erano rimborsabili, o i passeggeri, che si sono trovati a non poter viaggiare per una situazione emergenziale non voluta?

FONTEfanpage.it