auto-elettriche-osservatorio-2021-continental-italia-italiani-preferiscono-diesel

Il 3° Osservatorio Mobilità e Sicurezza 2021 di Continental Italia ha rivelato il perché gli italiani preferiscono il diesel alle auto elettriche. Una serie di concause unite a poca informazione spingono ancora chi vuole acquistare un’auto nuova a scegliere i vecchi motori termici a scapito di quelli green e dell’ambiente. Peccato che il 2035 sarà l’anno dell’addio decisivo alle auto endotermiche per dare spazio sulle strade alle auto elettriche.

 

Auto elettriche: gli italiani preferiscono il diesel

C’è poco da dire, gli italiani preferiscono il diesel. Lo ha rivelato il 3° Osservatorio Mobilità e Sicurezza che Continental Italia ha deciso di incentrare sul full electric.

Non sembra sorprendere molto questo risultato, dato che spesso anche noi di Tecnoandroid ne abbiamo parlato ampiamente. Le auto elettriche non rientrano ancora tra le prime scelte quando si decide di acquistare un veicolo nuovo. Ciò, nonostante l’Unione Europea abbia definito una data limite per lo stop alla circolazione dei motori termici.

A spiegare cosa ancora non permette alle auto elettriche di decollare è Alessandro De Martino, amministratore delegato di Continental Italia:

L’Osservatorio 2021 ci racconta una società propensa e incuriosita dalla svolta elettrica ma che non sembra ancora pronta ad affidarsi completamente a questa nuova frontiera. Emerge un problema reale di preparazione del consumatore dovuto alla poca chiarezza comunicativa che non abbatte i pregiudizi del pubblico. I dati emersi ci raccontano come i più favorevoli alla transizione siano i giovani, mentre le generazioni più adulte, che però hanno il maggiore potere d’acquisto, siano le più ostili al cambiamento. Occorre educare. Quando si parla di auto elettrica è indispensabile vivere l’esperienza al volante. Ad oggi solo un italiano su otto ha provato a guidare una BEV a fronte di diversi segmenti di mercato potenziali quali ad esempio coloro che vivono in provincia, in una casa autonoma con spazio per una colonnina e percorrono meno di 150 chilometri al giorno, pari circa al 71% degli intervistati“.