fisco-il-nuovo-sistema-anti-evasione-non-lascia-scampo-a-nessuno

Lasciate ogni speranza o voi che entrate” è la scritta oscura che Dante legge, nel canto terzo dell’Inferno della Divina Commedia, quando si trova di fronte alla porta degli inferi. Diciamo che queste parole si possono applicare bene anche nel caso di quei furbetti abituati a evadere le tasse, sempre e comunque. Infatti, il Fisco sta preparando un nuovo sistema anti evasione che non lascia scampo proprio a nessuno. Saremo tutti controllati per filo e per segno sia nei nostri conti correnti, che nelle nostre case. Ecco tutti i dettagli di questo nuovo progetto definito “all’avanguardia”, riprendendo i punti salienti di un’intervista a Mario Nava pubblicata su Milano Finanza.

 

Fisco: nuovo sistema di controllo contro gli evasori fiscali

Sono tutti al lavoro per terminare il nuovo sistema di controllo con il quale il Fisco scoverà tutti gli evasori fiscali. Un progetto ancora in fase di realizzazione che non lascerà scampo a nessuno controllando ogni movimento e incrociando tutte le possibili informazioni. L’obbiettivo è quello di combattere e ridurre, se non sconfiggere, l’evasione.

Ad aver descritto in un’intervista pubblicata da Milano Finanza questo nuovo sistema, di cui sarà a breve dotato il Fisco, è Mario Nava, ex presidente della Consob che attualmente dirige la Dg Reform, azienda impegnata proprio nello sviluppo di questo progetto:

Il sistema anti evasione fiscale in fase di realizzazione in Italia con il supporto della Dg Reform è partito a giugno e si concluderà entro novembre del 2022. È uno di quelli a cui teniamo molto, non posso entrare nei dettagli ma posso dire che è sicuramente un progetto all’avanguardia“.

 

Come funziona questo nuovo strumento anti evasione

Ma come funzionerà questo nuovo strumento anti evasione di cui sarà dotato il Fisco? A spiegarlo, sempre durante l’intervista pubblicata da Milano Finanza, è Nava che, senza entrare nei particolari perché non gli è permesso, ha spiegato:

Il nuovo sistema è basato su un approccio data-driven, che utilizza una moltitudine di informazioni che incrociate possono permettere di individuare dell’evasione fiscale o delle dichiarazioni fiscali non veritiere. Stiamo collaborando fattivamente con l’Agenzia delle Entrate e l’aspetto innovativo è proprio l’utilizzo di un nuovo approccio, con nuovi strumenti, nuovi meccanismi di analisi“.

Intanto continuano ad arrivare le notizie dal fronte cartelle esattoriali e riscossione. Un nuovo scenario si apre alle porte in questo mese di settembre. Meglio rimanere sintonizzati su Tecnoandroid per ricevere tutti gli aggiornamenti dell’ultimo minuto sul fronte Fisco e tasse.

FONTEMilano Finanza