canone-rai-richiesta-esenzione-prorogata-al-20-agosto-come-non-pagarlo

Tra le varie tasse, in Italia quelle più odiate che si contendono il primo posto sono due: il bollo auto e il Canone Rai. Per quest’ultimo un modo per non pagarlo c’è e se pensate di essere in ritardo vi state sbagliando di grosso. Infatti la richiesta per l’esenzione al Canone Rai è stata prorogata fino al 20 agosto. Scopriamo insieme come fare domanda e quali sono i requisiti. Ecco tutti i dettagli indispensabili per accedere a questa incredibile opportunità.

 

Canone Rai: ecco chi può richiedere l’esenzione

Non pagare il Canone Rai potrebbe sembrare un sogno inarrivabile. Tuttavia per alcuni può davvero realizzarsi. Esistono infatti alcuni requisiti che rendono un soggetto compatibile alla richiesta di esenzione per questa tassa che dal 2015 viene automaticamente aggiunta al costo dell’energia elettrica direttamente in bolletta.

Vediamo insieme chi può richiedere l’esenzione al Canone Rai e, quindi, quali sono i requisiti che ne determinano la validità procedurale:

  • un soggetto con un’età di 75 anni o superiore entro il 31 luglio di ogni anno;
  • coloro che hanno un reddito annuo inferiore o uguale a 8.000 euro. Ricordiamo che fa somma anche il reddito del coniuge;
  • non convivere con soggetti titolari di un reddito pro capite, fatta eccezione di badanti, colf e collaboratori domestici;
  • per tutti coloro di cui sopra, si può fare richiesta di esenzione solo se si possiede uno o più televisori nella stessa abitazione di residenza;
  • chi non ha televisioni o dispositivi quali PC, tablet o smartphone che hanno un sintonizzatore del segnale digitale terrestre;
  • diplomatici o militari stranieri.

 

Entro quando fare richiesta

L’utente doveva presentare la sua richiesta di esenzione entro il 31 luglio, termine ultimo per poter accedere ai benefici in merito al pagamento del Canone Rai. Ad ogni modo, grazie alla sospensione delle scadenze fiscali indetta per il Ferragosto, la data limite è stata prorogata al 20 agosto. Rimangono perciò ancora pochi giorni per organizzarsi e presentarla all’ente preposto.

Per non pagare il Canone Rai, o pagarlo la metà, è necessario scaricare il modulo più adatto alla propria situazione dalla pagina dedicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Una volta compilato in ogni sua parte, si dovrà inviare all’Ente così da farsi approvare l’esonero.

Ricordiamo invece per tutti gli altri utenti non compatibili con le condizioni sopra citate, che il Canone Rai si pagherà in bolletta come negli anni precedenti. Tuttavia pare che questa formula dovrà essere rivista per alcune incompatibilità con le norme vigenti in Unione Europea relative alla concorrenza di mercato tra le compagnie fornitrici di energia elettrica.

FONTEAgenzia delle Entrate