Amazon smart working fino al 2022

In seguito alla pandemia dovuta al Coronavirus, molte aziende sono state costrette a far lavorare da casa i propri dipendenti, in modo da ridurre e contenere il numero dei contagi. Il colosso dell’e-commerce Amazon, in particolare, aveva deciso di far lavorare i suoi dipendenti in modalità smart working fino al 7 settembre ma ora l’azienda ha deciso di prolungare tutto ciò fino al 2022.

 

Amazon prolungherà lo smart working per i suoi dipendenti fino al prossimo anno

Da quando ha avuto inizio la pandemia, sono state adottate numerose misure di sicurezza e sono stati anche distribuiti i vaccini. Nonostante questo, al momento la situazione mondiale non è proprio delle migliori, soprattutto a causa dell’avanzare di nuovi casi di positività della variante Delta del Coronavirus. Proprio per questo motivo e per tutelare la salute dei propri dipendenti, sembra che il colosso dell’e-commerce abbia deciso di prolungare ulteriormente il periodo di smart working.

Secondo quanto è stato riportato dal sito web Reuters, infatti, Amazon ha deciso di far rimanere i suoi dipendenti in smart working fino al prossimo 3 gennaio 2022. Si tratterebbe in sostanza di uno slittamento di quasi quattro mesi rispetto alle tempistiche fissate in precedenza, che prevedevano un ritorno in ufficio a partire dal prossimo 7 settembre 2021.

Per il momento, questa decisione presa dal colosso Amazon riguarderebbe soltanto Stati Uniti e altri paesi non ancora specificati. Il tutto, come già detto, è stato causato dall’incremento dei casi di contagi del Coronavirus nella variante Delta. Una scelta, quella dell’azienda, non troppo dissimile da quanto deciso da altri big. Facebook, ad esempio, ha imposto l’obbligo di vaccinazione per i suoi dipendenti e il rientro in ufficio dopo l’estate.

FONTEreuters.com