canone rai

Importanti cambiamenti in vista per il canone Rai, pronto a salutarci definitivamente. Ma entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere al riguardo.

Da più di un anno ormai ci troviamo a fare i conti con il Covid, che ha portato con sé ripercussioni negative sulla vita di tutti noi sia sotto l’aspetto sociale che economico. Per limitarne la diffusione, infatti, il governo ha deciso di adottare una serie di misure restrittive, che hanno portato alla chiusura di molte attività. Proprio quest’ultima situazione costringe molte persone a fare i conti con una grave crisi finanziaria, che comporta grandi difficoltà nel poter far fronte alle varie spese.

Molte famiglie si trovano a dover fare i conti con redditi più bassi, con il governo che cerca di aiutare le categorie più colpite dalla situazione attraverso aiuti mirati. Ne sono una chiara dimostrazione i bonus previsti dal Decreto Sostegno Bis. Ma non solo, a breve potremmo assistere a importanti novità sul canone Rai, pronto a salutarci.

In valutazione un nuovo metodo di riscossione

Questo e’ stato possibile dopo che in Europa è stato discusso di rimuovere “L’obbligo per i fornitori di riscuotere oneri non correlati al settore energetico”.

In pratica significa che nell’ambito della liberalizzazione del mercato elettrico, il canone obbligatorio per la televisione di Stato non dovrà più essere pagato alle imprese. Il governo ha evidenziato la questione nel PNR e potrebbe essere affrontata nel prossimo disegno di legge sulla concorrenza a cui sta lavorando l’esecutivo. In particolare, la nuova norma potrebbe comportare l’annullamento del pagamento del canone Rai dalla bolletta elettrica.

Un cambiamento che molto probabilmente non verrà attuato immediatamente. Questo perché il governo dovrà prima valutare come rientrare per riscuotere l’imposta in questione. Al momento, invece, si tratta solo di rumor. Non resta che attendere e vedere quali saranno le prossime decisioni del governo.