la-casa-di-carta-spin-off-svelato-personaggio-scartato-da-pina-e-colmenar

Continuano le sorprese per i fan di una delle serie TV firmate Netflix più amate di sempre. Secondo alcune indiscrezioni è stato confermato lo spin-off de La Casa di Carta. Tuttavia hanno anche svelato chi non sarà il protagonista. Ecco le dichiarazioni di Álex Pina e Jesus Colmenar in merito al possibile sequel che non farà morire La Casa di Carta dopo il suo finale di stagione. Scopriamo insieme cosa hanno detto nei dettagli e chi sarà escluso dal progetto.

 

La Casa di Carta: scopriamo chi non sarà il protagonista del prossimo spin-off

Ormai tutti sappiamo che il 3 settembre su Netflix inizierà la maratona verso la fine definitiva de La Casa di Carta con i suoi primi 5 episodi. Successivamente il vero addio arriverà il 3 dicembre quando il colosso dello streaming on demand renderà disponibili gli ultimi 5. Qui la Banda dovrà fare i conti con una delle battaglie più incredibili che abbia mai dovuto affrontare.

Tuttavia, secondo alcune indiscrezioni che arrivano dalla viva voce di Pina e Colmenar, rispettivamente il creatore e il regista de La Casa di Carta, è in programma uno spin-off. Resta solo il dubbio in merito a chi sarà il protagonista.

In molti stavano pensando al Professore. Il suo carattere istrionico e l’intelligenza così acuta, sarebbero elementi davvero interessanti da sviluppare. Al contrario, secondo quanto dichiarato da Colmenar, il personaggio di Alvaro Morte sembra non essere la scelta giusta: “Per uno spin-off è meglio lavorare su un personaggio secondario che attira l’attenzione e sul quale si può costruire una nuova serie basata sulla sua storia“.

A dare ulteriore conferma che non sarà il Professore ad essere il centro della nuova narrazione del futuro spin-off de La Casa di Carta c’è Pina che, in un’intervista a IndianExpress.com ha così commentato:

Fare uno spin-off su Il Professore? Forse, ma è già tutto raccontato ne La Casa di Carta. Voglio dire: la sua storia, le sue ragioni, il suo perché… sono già state affrontate. Quando crei uno spin-off deve riguardare un universo completamente diverso e devi concentrarti altrove. Da un lato, ne potresti realizzare uno per ogni personaggio, ma allo stesso tempo penso che La Casa di Carta racconti già le loro storie“.

FONTEThe Indian Express