vWhatsApp a pagamento in estate per la crisi: il messaggio che turba gli utenti

La parabola di WhatsApp potrebbe essere definita ovviamente come ascendente durante la sua carriera nel mondo mobile. La famosa applicazione di messaggistica istantanea non nutre infatti alcuna preoccupazione in merito alla concorrenza grazie ai grossi passi in avanti compiuti durante gli scorsi anni. Infatti i numeri raggiunti sono talmente alti che bisognerebbe praticamente scomparire per qualche anno per lasciare alla concorrenza l’opportunità di prendere un po’ di terreno.

Basti infatti pensare che Telegram, con il suo boom nel 2021 con circa 81 milioni di utenti, non servirà di certo a ridurre la distanza con il colosso colorato di verde. Sono stati apportati diversi cambiamenti a WhatsApp, piattaforma che tempo infatti risultava essere a pagamento annuale. Costava 0,89 € per tutti, soprattutto dopo il primo anno di utilizzo. Questa regola è stata poi abolita diversi anni fa, anche se qualcuno starebbe insinuando qualcosa che di certo al pubblico non piacerebbe.

 

WhatsApp: il ritorno a pagamento secondo un messaggio ma non c’è nulla di vero

Stando alle ultime notizie provenienti dal web e alle lamentele inoltrate da numerosi utenti, WhatsApp sarebbe tornato a far parlare di sé per una fake news. Ovviamente la colpa non è direttamente dell’applicazione, ma di coloro che lo utilizzano in maniera impropria.

Secondo le ultime riportate dal web, si parlerebbe di un ritorno a pagamento da parte di WhatsApp per il prossimo mese di agosto. Chiaramente smentiamo subito il tutto dicendo che WhatsApp non ritornerà a pagamento, essendo una piattaforma basata proprio sulla libertà e sulla disponibilità verso chiunque. Si tratta solo di una notizia falsa messa in giro da qualcuno che non aveva di meglio da fare.