fine-del-mondo-australia-invasione-ragni-e-ragnatele-profetizza-apocalisse

Un fenomeno inquietante sta colpendo parte dell’emisfero australe. Paesaggi spettrali da vera e propria apocalisse! L’Australia è stata invasa da milioni di ragni che stanno intrappolando diverse città con enormi ragnatele. Sembra che il comportamento di questi ragni stia profetizzando la Fine del Mondo! Scopriamo insieme tutti i dettagli e perché questi aracnidi stanno agendo così.

 

I ragni in Australia vogliono salvarsi dalla Fine del Mondo

Enormi distese tra strade, campi e giardini delle abitazioni sono state ricoperte da dense e bianche ragnatele. Questo fenomeno, che sta colpendo diverse città in Australia, è stato ribattezzato “Spiders Apocalypse“, “apocalisse ragni”. Sembra davvero che stiano cercando di sopravvivere a un’imminente Fine del Mondo.

Sopra queste enormi distese di ragnatele si muovono veloci milioni di ragni. Un incubo per chi non sopporta questi animaletti che variano per dimensioni, forma e pericolosità. Secondo gli esperti questi ragni stanno fuggendo dalla Fine del Mondo, ovvero piogge e inondazioni che hanno colpito quelle zone.

A raccontare l’episodio da Fine del Mondo con altri toni, decisamente meno apocalittici, è il consigliere comunale Carolyn Crossley. In un’intervista alla BBC avrebbe dichiarato:

Lo avevo visto in precedenza, ma non era mai stato di questa portata. Non è stato spaventoso, è stato bellissimo. Tutto era semplicemente avvolto in questa bellissima ragnatela, su tutti gli alberi e le recinzioni“.

E ha continuato: “Il sole stava tramontando in quel momento e la luce era bellissima, così come quest’onda fluttuante che attraversava il paesaggio. Il fatto che le tele non si siano separate mi ha fatto pensare al fatto che questi ragni si siano in qualche modo coordinati per realizzare questa incredibile installazione“.

In sostanza la natura ci sta insegnando che, se nel loro habitat è in corso la fine del mondo, in poco tempo e con un’abilità eccezionale è in grado di salvarsi. Non solo, ma a differenza dell’uomo lo fa utilizzando solo e unicamente le sue risorse. Un esempio? Questa “Apocalisse Ragni”.

 

FONTEFanpage