tiktok-vediamo-se-davvero-lavoro-e-si-fanno-tanti-soldi-con-visualizzazioni

TikTok, per molti giovani, oggi rappresenta una macchina da soldi per guadagnare e diventare famosi. Ma può un social network realizzare i sogni di un teenager grazie alle sole visualizzazioni? Chi può rispondere meglio se non colui che è tra i più quotati superando in poco tempo anche i TikToker più famosi. Scopriamolo insieme ascoltando la viva voce del manager di Khaby Lame, il nuovo volto rivelazione di TikTok.

 

TikTok: iniziamo da alcuni dati

Sono in molti a chiedersi se veramente TikTok può rivelarsi un lavoro che basa i suoi guadagni sulle visualizzazioni. Parlando di numeri, Khaby Lame ad oggi ha raggiunto 53 milioni di followers sulla piattaforma semplicemente ironizzando chi, in un video già virale, svolge azioni semplici complicandole come se fossero incredibili.

Quello che ha fatto diventare famoso e apprezzato questo ragazzo, anno 2000, è proprio la sua espressione facciale dopo aver concluso la stessa operazione in modo facile e veloce. Un’icona della simpatia che sta riscontrando molti consensi.

 

Parla il manager di Khaby Lame

Alla domanda: “Come e quanto monetizza?” su TikTok Khaby Lame, ha risposto il suo manager in un’intervista condotta da Selvaggia Lucarelli. Si chiama Alessandro Riggio e ricopre il ruolo di influencer marketing gestendo anche i guadagni del TikToker.

Con molta onestà Riggio ha rivelato che le sole visualizzazioni non producono reddito. Sono un buon punto di partenza per stringere partnership sempre più importanti con diversi sponsor e brand. Quindi TikTok è sì un ottimo trampolino di lancio, ma da solo non basta.

Per poter far strada occorre andare oltre e creare le condizioni per collaborazioni che danno un senso monetizzato ai video postati su TikTok. Ad esempio ha rivelato il recente contratto che Khaby Lame ha chiuso con Barilla. Inoltre lo abbiamo visto in un video con Del Piero mentre indossava la maglia della Nazionale Italiana di calcio.

Insomma, TikTok sembra la nuova frontiera per chi vuole far conoscere il proprio talento o i propri prodotti. Anche le case automobilistiche stanno cavalcando l’onda del successo di questa piattaforma. Ma, come ha spiegato il manager di Lame:

La monetizzazione per Khaby arriva dai contenuti di TikTok, dove lui guadagna sull’engagement. Molti pensano che si monetizzi soprattutto dalle views, invece si monetizza di più se il video prende tot like, commenti, condivisioni eccetera… Il guadagno viene dall’engagement generalizzato. Lo sharing, i commenti e i like contano più delle visualizzazioni“.

FONTEThe Post Internazionale