vaccini-covid-19-effetti-collaterali

I piani vaccinali hanno un problema, perlomeno quelli dei paesi occidentali. Si basano sostanzialmente su base volontaria e questo vuol dire che ci sarà una fetta di popolazione che non si farà vaccinare. Alcuni non lo fanno perché credono in qualche teoria del complotto letta da qualche parte mentre altri hanno solo paura degli effetti collaterali. I vaccini Covid-19, purtroppo, ne possono causare alcuni, ma altri sono falsi.

Alcuni effetti collaterali dei vaccini Covid-19 che vengono raccontati in giro non sono mai stati registrati, ne ufficiosamente ne ufficialmente. Questo, soprattutto negli Stati Uniti che ha già raggiunto un punto in cui queste paure si fanno sentire sui numeri totali, sta causando un mancato afflusso alle vaccinazioni. Uno studio ha voluto capire quali sono le reazioni che spaventano di più.

 

Vaccini Covid-19: gli effetti collaterali

Al primo posto c’è in realtà l’unico vero tra gli effetti collaterali dei vaccini Covid-19 che stanno spaventando di più ovvero i coaguli di sangue. Il 60% degli intervistati ha dichiarato di avere paura di morire a causa di tale reazione.

A seguire c’è il primo effetto mai provato e mai segnalato dalle autorità di tutto il mondo con il 24%. Si parla dell’infertilità, o in generale anche problemi alla nascita nel caso di donne già incinta. I vaccini AstraZeneca, Pfizer, Moderna e Janssen non hanno questo rischio. Il 22% ha invece paura di sviluppare un cancro a causa della somministrazione; il totale supera il 100% perché qualcuno ha segnalato più effetti collaterali.

Lo studio è stato effettuato su 1.061 persone negli Stati Uniti, un campione piccolo, ma già significativo. Le domande sono state fatte in due momenti diversi, tra il 23 e il 25 aprile e tra il 7 e il 9 maggio. Nel frattempo, il numero dei vaccini Covid-19 inoculati nel paese giornalmente sta scendendo.

FONTEThe Hill