clubhouse

Secondo le ultime voci, pare che tutto ciò che giri intorno al mondo Clubhouse sia in procinto di cambiare prossimamente. Infatti, ci sono due novità che stanno facendo veramente il giro del mondo: la prima riguarda i nuovi capitali che stanno arrivando, quindi un’iniezione di fiducia per la piattaforma; la seconda, invece, riguarda un concorrente molto scomodo che è pronto a mettere i bastoni tra le ruote al nuovo social: Facebook.

 

 

Clubhouse: tra nuovi investimenti e la sfida con Facebook

La nuova raccolta fondi viene in seguito ad un’altra raccolta che permise al gruppo di poter ampliare il team di lavoro, andando a stabilizzare l’infrastruttura e far crescere tutta la community. Il nuovo “round”, ha portato gli investitori, tra cui DST Global, Tiger Global e Elad Gil, ad elargire una nuova somma non ancora precisata del tutto, ma la quotazione complessiva si aggira sui 4 miliardi di dollari.

Ora, Clubhouse accoglie i nuovi investitori andando a chiarire che il loro supporto sarà importante per poter continuare ad improntare il focus sullo sviluppo continuo dell’app e sul modello di business, mettendo anche sul piatto la possibilità di aprirsi ad Android tra non molto tempo.

Tuttavia, pare che stia per arrivare un serio problema, e questo problema si chiama Facebook. Infatti, il social di Mark Zuckerberg, è pronto ad annunciare nuovi prodotti basati sull’audio, andando a creare una versione analoga a Clubhouse, ma con una community decisamente più ampia. Attualmente, non è ancora chiaro cosa Facebook voglia fare, se puntare solo sui podcast o pestare completamente i piedi a Clubhouse, ma se un’azienda del genere si mette “contro” di te, è meglio prestare molta attenzione.