NasaIl lander InSight Mars della Nasa è attualmente in fin di vita. Si trova sul Pianeta Rosso e i suoi pannelli solari sono coperti di polvere, motivo per cui l’energia accumulata inizia a scarseggiare.

InSight è stato progettato per essere alimentato esclusivamente dall’energia solare raccolta attraverso i suoi pannelli lunghi due metri. Ci si aspettava che i pannelli avrebbero ridotto la potenza in uscita col passare del tempo e la polvere si sarebbe depositata, ma che non ci sarebbe stati effetti così negativi e così rapidamente. La missione per cui il lander è stato progettato dovrebbe durare due anni, ma la situazione precaria dei pannelli potrebbe interferire con l’intero progetto.

Purtroppo non tutto è andato secondo i piani. Nonostante InSight sia atterrato a Elysium Planitia, un’area di Marte battuta dal vento che riceve molta luce solare, nessuna delle polveri di passaggio a forma di imbuto è stato abbastanza vicina da pulire i pannelli. Ciò significa che InSight ottiene solo il 27% della potenza che dovrebbe ricevere, condivisa tra i suoi strumenti scientifici, il braccio robotico, la radio e l’intera struttura.

NASA: missione a rischio, il lander InSight Mars ha accumulato troppa polvere sui pannelli

A peggiorare le cose, la stagione su Marte più ventosa è appena terminata e potrebbero passare mesi prima che si verifichi naturalmente un altro “evento di pulizia”. Marte si sta anche allontanando dal Sole. La sua energia già debole si sta indebolendo sempre più. Le operazioni scientifiche sono sospese fino a luglio 2021. “La quantità di energia disponibile nei prossimi mesi dipenderà dalle condizioni meteorologiche”, afferma Chuck Scott, project manager di InSight, del Jet Propulsion Laboratory della Nasa nel sud della California.

Gli scienziati si trovano ora nella non invidiabile posizione di dover scegliere quali strumenti devono essere spenti ogni giorno per conservare l’energia necessaria per le comunicazioni radio. Il monitoraggio meteorologico sarà disattivato quasi tutti i giorni. InSight muoverà il suo braccio robotico, dotato di una telecamera vicina ai pannelli, per visualizzare meglio il rivestimento in polvere entro questa settimana. La squadra farà quindi azionare i motori che spiegano ogni pannello, nel tentativo di disturbare la polvere. La Nasa non spera che questo funzioni, tuttavia ritiene che valga la pena tentare. Il rischio di rovinare tutto è molto alto.