WhatsApp: Esselunga e il buono da 500 euro, lo strano messaggio in chat

In più casi WhatsApp è risultata una delle piattaforme più attanagliate dalle truffe, le quali ormai non si pongono più limiti. Anche gli utenti più esperti cadono spesso nei tranelli tesi dai truffatori che puntano infatti ad utilizzare nomi altisonanti per convincere i poveri malcapitati.

Secondo quanto riportato durante le ultime settimane starebbe circolando vorticosamente all’interno delle chat una nuova truffa. Questa riguarderebbe la proposta di un buono da 500 € da parte di Esselunga, il quale in realtà non esisterebbe. Il link alla fine del messaggio comporterebbe infatti l’attivazione di alcuni abbonamenti a pagamento a insaputa del cliente. Ovviamente l’azienda ci ha tenuto a pubblicare un comunicato ufficiale che smentisce la situazione e che soprattutto indica cosa stia succedendo.

 

WhatsApp: il buono Esselunga non esiste, ecco il comunicato ufficiale della società

“Segnaliamo che negli ultimi giorni sono pervenute numerose segnalazioni circa la ricezione di messaggi che promettono falsi buoni spesa. Ti ricordiamo che l’invio di tali messaggi esula da ogni possibile forma di controllo da parte di Esselunga e che eventuali concorsi o operazioni a premi promossi da Esselunga vengono diffusi esclusivamente attraverso i canali ufficiali dell’azienda.”

“Noti anche come phishing, sono sempre più diffusi e mirano a rubare informazioni o addirittura denaro. Spesso il messaggio contiene l’invito a cliccare su un link che rimanda a un sito creato al solo scopo di carpire informazioni personali. A volte possono essere richieste false autorizzazioni al trattamento dei dati personali inseriti o l’invito a richiedere un fantomatico premio: tali richieste in realtà attivano l’adesione a servizi a pagamento non richiesti”.