malware Android aggiornamentoUno smartphone Android non può ritenersi in perfetta salute in mancanza di aggiornamenti essenziali che migliorano i profilo di usabilità e di sicurezza con le previste piattaforme mobile. Ad ogni modo è recentemente emerso un fatto che mina la credibilità degli update del robottino verde. In presenza di questo aggiornamento di sistema è meglio spalancare gli occhi in quanto i danni superano di gran lunga i benefici. Vediamo che cosa hanno scoperto gli esperti di sicurezza.

 

Android: questo update è da evitare nel modo più assoluto, è troppo pericoloso

Un aggiornamento Android con i fiocchi per gli hacker che sono riusciti nell’intento di ingannare molteplici utenti. Il nuovo virus è stato individuato proprio all’interno di un update di sistema per dispositivi del robottino verde. Il malware entra nello smartphone assicurandosi tutta una serie di diritti di utilizzo tra cui l’accesso ai dati ed il completo controllo remoto delle funzioni.

Individuato dai prodighi ricercatori di sicurezza del team di Zimperium zLabs è legato ad una applicazione chiamata ‘System Update‘, esterna al Play Store di Google ma scaricabile da fonti esterne non autorizzate. Secondo gli esperti il software è in grado di accedere in remoto alle funzioni attuando comandi e routine che vengono supervisionate da un server esterno di proprietà degli hacker.

Il malware Android è stato messo al banco di prova dagli esperti di sicurezza che non hanno potuto fare altro che confermare il furto dati per messaggi, contatti ed altri dettagli salienti riconducibili al dispositivo attaccato. Segnalibri del browser, cronologia di ricerca ma anche registri delle chiamate, registrazioni ambientali e foto (fotocamera posteriore e selfie) sono finiti nelle mani di sconosciuti. Tutto questo senza lasciare traccia ed in modo completamente trasparente all’utente che, a parte l’icona di Google e la dicitura  ‘searching for update’, non ha modo di sospettare nulla.

Shridhar Mittal – CEO di Zimperium – ha affermato quanto segue:

 “È il più sofisticato che abbiamo mai visto – spiega Mittal – penso che sia stato speso molto tempo e impegno per creare questa app. Sicuramente ne esistono delle altre simili, ed è il motivo per cui stiamo facendo del nostro meglio per trovarle il prima possibile”.

FONTEansa