Audi Q4

Acquistare un veicolo è in assoluto un passo fondamentale per ognuno di noi. Nonostante quest’ultimo rappresenti una vera e propria soddisfazione personale in quanto simbolo di indipendenza, purtroppo in alcuni casi la gioia del momento può essere rapidamente distrutta da alcune problematiche poco confortanti.

Nel corso del 2020, di fatto, centinaia e centinaia di veicoli targati Renault, Ford, Toyota e Honda, sono stati richiamati in fabbrica in seguito al presentarsi di alcuni difetti di produzione. Nonostante l’inizio del 2021 si sia rivelato di gran lunga migliore, purtroppo nel corso delle ultime settimane sono emerse nuove problematiche estremamente serie che, questa volta, stanno interessando migliaia di veicoli prodotti dai noti marchi BMW ed Audi. A tal proposito, dunque, scopriamo di seguito quali sono i principali problemi segnalati.

Audi e BMW: ecco cosa sta accadendo

Iniziamo parlando di BMW. Di recente, stando a quanto riportato dall’azienda, quest’ultima si è vista costretta a richiamare in fabbrica centinaia di miglia di veicoli a causa di un problema rilevato sui radiatori. Secondo quanto emerso da una recente indagine, il problema pare essere collegato ad un ricircolo dei gas di scarico non corretto. Le vetture affette dal guasto sarebbero circa 1 milione, commercializzate dal 2018 ad oggi.

Per quanto riguarda Audi, invece, seppur il guasto risulti essere decisamente più pericoloso, quest’ultimo è in assoluto meno diffuso. I veicoli interessati dal problema, di fatto, risultano essere all’incirca 300. Il problema, secondo quanto segnalato dal marchio, risiede in un difetto nella saldatura del pedale del freno. Ad oggi il guasto pare presentarsi esclusivamente sui veicoli prodotti tra Luglio ed Agosto 2020.