269

L’Antartide è un continente dalle mille risorse e dai mille misteri e che possiamo considerare, a pieno titolo, un vero e proprio ecosistema pieno di specie viventi non ancora identificate. Tra queste, in particolare, vi sono ben 269 nuove specie di batteri che alcuni scienziati hanno recentemente caratterizzato dal punto di vista genomico. Si tratta di specie batteriche mai caratterizzate prima.

A riportare la straordinaria scoperta è uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Microbiome da un team di ricercatori dell’Università della Tuscia, del Joint Genome Institute (JGI) e dell’Università della California. Lo studio, in particolare ha portato alla ricostruzione di 497 genomi batterici e potrà fornire informazioni davvero molto utili riguardo gli effetti dei cambiamenti climatici sui microrganismi sia negli ambienti estremi sia in altre realtà come le Alpi.

Queste 269 nuove specie di batteri sono stante rinvenute nelle rocce estratte dalle valli secche di McMurdo, una regione che si estende per ben 4.800 chilometri quadrati e che, a causa della scarsa umidità e della bassa temperatura, rappresenta uno dei deserti più estremi del mondo. I campioni sono stati prima raccolti in loco e poi sequenziati. Successivamente, grazie a tecniche di biologia computazionale e datazione eseguita mediante analisi bioinformatiche gli scienziati hanno eseguito la caratterizzazione dei genomi delle comunità batteriche criptoendolitiche.

La caratterizzazione genomica di queste 269 specie batteriche antartiche ha consentito di identificare i geni che contraddistinguono i batteri antartici dalle specie conosciute più simili, fornendo così informazioni utili per quanto riguarda la possibilità di vita al di fuori della Terra.

FONTEMicrobiome