google-play-store-riduzione-sviluppatori-soldi-milioneIl Play Store di Google è parecchio migliorato negli ultimi anni sotto diversi profili di aspetto. Si è passati da una gestione migliorata della grafica ad un’opportuna ottimizzazione software, dei feedback e dei profili di sicurezza.

Il centro dell’esperienza Android si rispecchia senz’altro nelle numerose applicazioni che nel tempo si sono affinate sotto molti punto di vista. Oggi GigG intende annettere un ulteriore tassello essenziale all’esperienza utente grazie all’utilizzo di una funzione che lo sviluppatore ha battezzato come App Install Optimization. Scopriamo subito di che cosa si tratta.

 

App installa Optimization: come migliorano le app Android nel Play Store

Scopo della società di Mountain View negli ultimi anni è stato quello di provvedere ad un mirato snellimento per quel che concerne la dimensione delle app. Opportune ottimizzazioni al codice ed alle risorse scaricate in locale sui device hanno rivestito un ruolo di primaria importanza.

A tal riguardo la nuova iniziativa Google potenzia questo modo di fare con quella che si conferma essere come una feature davvero geniale. Si tratta di una componente che consentirà a Google di sapere in anticipo quali parti di un’app saranno usate per prime appena dopo l’installazione sulla base dei feedback indiretti degli utenti.

I principali benefici corrisposti all’uso di questo nuovo sistema si rispecchiano in:

  • maggiore velocità di installazione delle app
  • significativa riduzione del tempo necessario per l’esecuzione della risorsa
  • riduzione del quantitativo di risorse speso da CPU, batteria e spazio di archiviazione

Nel garantire questa feature Google garantisce che nessun dato utente sarà archiviato in conformità alla privacy policy del Play Store. I dati, invece, saranno combinati con quelli di altri utenti allo scopo di delineare la tendenza al fine di identificare la priorità funzionale delle app. Non ancora disponibile ma lo sarà presto. Restate in attesa di ulteriori aggiornamenti.