Furti auto

Tutti credevano che con la pandemia di Coronavirus i furti si sarebbero fermati. Invece no, il lockdown non ha bloccato i ladri, soprattutto i furti auto. Tutto ebbe di nuovo inizio con la fase 2 e ad oggi è stato possibile redigere una classifica dei modelli più rubati in Italia nel 2020.

La ricerca è stata condotta dall’azienda americana Lojack e rivela quali sono i veicoli più gettonati nei furti auto. Ecco tutte le marche e i modelli, prestate attenzione se siete i proprietari di una di questi.

 

Nemmeno il coronavirus riesce a fermare i furti auto

Sembra paradossale, ma nonostante il Coronavirus, i furti auto non si sono fermati. Fa riflettere la dichiarazione di Massimo Ghenzer, presidente di Lojack Italia. “Anche durante il lockdown, 1 ladro su 3 è rimasto in attività. Nei primi dieci giorni di maggio il numero di furti si è triplicato rispetto alla prima decade di aprile, confermando il trend registrato nei primi due mesi dell’anno di leggera crescita rispetto al 2019“.

Tra le Regioni più colpite dalla piaga dei furti auto al primo posto troviamo la Puglia con un 51%. Secondo posto invece per il Lazio segnando un 43%, segue la Campania con un modesto 31% a smentire le solite voci tendenziose. E non stiamo parlando della truffa della bottiglietta d’acqua, ma di veri e propri furti.

Ma quali sono le dieci auto più rubate in Italia?

 

Nella top ten dei dieci modelli più rubati in Italia primeggiano i Suv

Nella top ten dei dieci modelli più rubati in Italia ad attirare di più il ladri sono i Suv. Primo posto però nei furti auto c’è la Fiat Panda, regina indiscussa. Subito dopo arrivano la 500X e la Toyota Rav4. Tuttavia anche qui la moda si fa sentire e quindi non poteva mancare la Jeep Renegade. Nella foto sottostante sono elencati tutti i modelli in ordine di “apprezzamento” dai ladri.

Furti auto

Insomma, niente può fermare i furti auto, nemmeno un terribile virus e una pandemia in corso. Non solo risulta evidente dai dati di Lojack Italia che il ladri si concentrano solo in alcune Regioni, ma che utilizzano anche nuovi strumenti hi-tech per riuscire a rubare modelli super accessoriati di ultima generazione. Quindi neanche i sistemi antifurto più avanzati riescono a vincere contro il crimine.

 

VIAVia
FONTEInformatori.com