blankLa Nasa e SpaceX hanno firmato un accordo per evitare collisioni nello spazio. Entrambe si impegneranno a rispettare un calendario preciso per i rispettivi lanci.

La decisione di stilare questo accordo è un’idea della NASA in seguito all’alto numero di satelliti Starlink che SpaceX ha rilasciato nello spazio. “La società deve tener conto delle comunicazioni a livello globale, le previsioni meteorologiche e molto altro”, dichiara l’amministratore della Nasa, Steve Jurczyk. “Ci sono sempre più satelliti, è fondamentale aumentare la comunicazione tra le varie Agenzie Spaziali. Dunque, scambiare dati e stabilire il modo migliore per garantire un ambiente sicuro”. Attualmente ci sono oltre 1000 satelliti Starlink in orbita in tutto il mondo. Quindi, più di un quarto di tutti i satelliti attivi attorno al pianeta dopo più di una dozzina di missioni.

NASA e SpaceX: nuovo accordo tra le due Agenzie Spaziali per evitare collisioni nello spazio

Si prevede che SpaceX continuerà a lanciare satelliti fino ad ottenere una costellazione di circa 40.000 satelliti. Tuttavia, ci sono state critiche relative alla sicurezza e al corretto svolgimento delle ricerche nello spazio. La Nasa afferma che le navicelle lanciate da SpaceX sono dotate di GPS, un sistema a propulsione e capacità di manovra autonome che dovrebbero aiutare a schivare potenziali incidenti.

Le preoccupazioni per eventuali collisioni tra due pezzi di detriti in orbita nello spazio sono aumentate man mano che alcune apparecchiature sono rimaste bloccate in orbita attorno alla Terra. Alcuni mesi fa, ai tre astronauti in servizio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è stato ordinato di ripararsi vicino a un mezzo di salvataggio nel segmento russo della stazione in caso di collisione con un pezzo di detriti spaziali. La terza volta da gennaio di quell’anno che la stazione spaziale era stata costretta a una manovra non programmata. La NASA e SpaceX si augurano di poter evitare accaduti simili in futuro.