blank

Da sempre una delle mete più importanti della ricerca scientifica è stata lo spazio, le stelle che ci circondano infatti, hanno da sempre stuzzicato la mente degli scienziati stimolando l’uomo a guardare verso l’alto e non verso la Terra, tutto ciò poi come ben sappiamo si è tradotto nelle varie campagne aerospaziali che hanno portato a piccoli traguardi, come l’allunaggio nel 20 luglio 1969, che segnò definitivamente la Luna come meta raggiungibile.

Ovviamente le stelle intorno a noi, costituiscono sia la meta ultima che il limite al momento irraggiungibile, le distanze astronomiche infatti, sono al momento insostenibili per la tecnologia della nostra epoca, dal momento che parliamo di centinaia di miliardi di Km o anni luce, cosa che non permette all’uomo di raggiungere altri mondi.

Può capitare alle volte però, che quei piccoli mondi, o frammenti di essi, possano raggiungerci invece che attrarci, stiamo parlando di corpi celesti come asteroidi o comete, che ovviamente vengono sfruttati dagli scienziati per condurre studi sulla loro composizione.

A quanto pare il 2021 vedrà l’arrivo di un nuovo ospite, dopo Apophis infatti, il 21 Marzo, un altro asteroide verrà a farci visita, stiamo parlando di 2001 FO32, il quale passerà a circa 2 milioni di Km di distanza dal pianeta.

Grande ma lontano

La NASA ha ovviamente intercettato l’asteroide in arrivo, definendolo potenzialmente pericoloso, aggettivo che però non deve necessariamente corrispondere con probabilmente preoccupante, la sua pericolosità è infatti legata non tanto alla sua distanza di passaggio (2 milioni di Km), bensì alle sue dimensioni, il diametro arriva infatti a circa 700 metri, cosa che comunque si traduce in un basso rischio di impatto con il nostro amato Pianeta e che obbliga, per chi ne è appassionato, a dotarsi di apposita attrezzatura per poterlo osservare.

Dunque potete stare tutti tranquilli, il sasso cosmico verrà a farci una saluto a distanza di sicurezza, esso passerà vicino il nostro pianeta il 21 Marzo alla strabiliante velocità di 123.000 km/h.