blank

Tra gennaio e febbraio di quest’anno, Vodafone Italia e Fastweb hanno promosso due cause separate davanti al tribunale di Milano nei confronti di Tim.

I due operatori appena menzionati hanno chiesto rispettivamente danni per 100 e 996 milioni, per un totale di 1,096 miliardi. Al centro della questione, secondo quanto riportato da Business Insider, ci sono le strutture a banda larga. Ecco nel dettaglio la questione.

 

Tim accusata da Vodafone e Fastweb in tema banda larga

Secondo quanto riporta Business Insider, al centro della questione c’è il procedimento in relazione al quale, un anno fa, l’Antitrust aveva deciso di sanzionare il gruppo telefonico italiano guidato da Luigi Gubitosi per 116 milioni, contestando una strategia anticoncorrenziale tesa a ostacolare l’investimento da parte di altri operatori delle telecomunicazioni nelle infrastrutture di rete a banda ultralarga.

Dal canto suo, Tim, che lo scorso giugno ha inviato all’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) la propria relazione di ottemperanza come prescritto nel dispositivo del provvedimento finale, ha impugnato la sanzione davanti al Tar del Lazio: l’udienza di discussione è stata fissata per il 3 novembre 2021.

Mancano ancora diversi mesi all’udienza, di conseguenza per scoprire come si svolgerà la diatriba non ci resta che attendere ancora quasi un anno. Sicuramente nei prossimi mesi vi terremo aggiornati nel caso in cui dovessero esserci novità.