WhatsApp: esodo di massa per due causa fondamentali, ecco quali

WhatsApp sta inserendo, di settimana in settimana, sempre più novità. Una delle più note, è il silenziamento delle chat per sempre (prima era solo per un anno). Ora, la chat di messaggistica istantanea tra le più utilizzate al mondo, annuncia altre novità. Per prima cosa, adesso si può procedere con l’attivazione e la disattivazione dei messaggi effimeri. Questi messaggi possono scomparire dopo 7 giorni dall’invio. Ma non è tutto, le altre novità le troverete nell’articolo a seguire.

Whatsapp, quali sono le altre novità recenti dell’applicazione

Tra le altre novità, abbiamo la gestione dello spazio occupato, il quale consentirà a tutti gli utenti di poter gestire i contenuti salvati dall’applicazione. Da tempo Whatsapp cerca di rimanere quanto più possibile al passo coi tempi. Da qui l’introduzione degli adesivi, delle chiamate, delle videochiamate ed ora con i messaggi effimeri (o temporanei). Il sito ufficiale della chat, possiede tutte le spiegazioni e istruzioni che vi servono.

Tornando ai messaggi effimeri, ecco come il sito spiega bene in che modo utilizzarli. Prima di tutto bisogna impostarli attivi per ogni singola conversazione. Per citare le parole dello staff di Whatsapp:

Quando questa opzione è attiva, i nuovi messaggi inviati nella chat individuale non saranno più visibili dopo sette giorni. La selezione più recente controlla tutti i messaggi nella chat, ma non riguarda i messaggi inviati o ricevuti prima di aver attivato i messaggi effimeri.

Esistono altri servizi con cui è possibile stabilire per quanto tempo i messaggi debbano rimanere attivi. In questa chat, invece, il tempo limite rimane sempre di 7 giorni.

Ma la novità più importante è sicuramente questa: finalmente sarà possibile velocizzare i messaggi vocali, proprio come su Telegram! Non si sa ancora quando, ma i lavori sono già in corso.

Gilda Fabiano
Mi chiamo Gilda Fabiano e sono nata all'inizio degli anni 90, decade che ha condizionato interamente la mia vita. Amo infatti la musica di quel periodo, dal grunge al pop, alla discutibilissima musica disco. Amo gli horror di ogni genere e sin da molto piccola ho iniziato a scrivere. Dapprima storie fantastiche e naturalmente horror, poi poesie, filastrocche, per arrivare ai fumetti. Amo cantare e sono passata a lungo anche attraverso la musica, soprattutto il jazz, ma anche questo influenza da sempre la mia scrittura. Ho iniziato ad apprezzare e scrivere articoli al liceo, quando per un progetto con la scuola, ho portato l'inchiesta sul fosforo bianco a Falluja, con il grandissimo aiuto di Sigfrido Ranucci. Nel 2017 ho deciso di avviarmi alla carriera di sceneggiatrice (per fumetti e non) iscrivendomi alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Durante questo percorso ho intrapreso diverse collaborazioni come articolista e recensore per riviste come Città Nuova, rivista online e cartacea di Roma, e il blog di recensioni cinematografiche chiamato Spoilers & PopCorn,. Oltre a collaborazioni come soggettista e ghost writer per diverse aziende ho anche pubblicato una storia breve a fumetti per la giovane casa editrice Bugs Comics. Continuo a scrivere poesie e racconti e da poco ho intrapreso la collaborazione con Tecnoandroid, di cui sono entusiasta!