Postepay: arriva la nuova truffa phishing di marzo a spaventare gli utenti

Moltissimi utenti sanno bene che nel mondo della finanza possono esserci svariati problemi. Purtroppo molte volte questi non dipendono dalle aziende di riferimento e quindi dalle banche, le quali fanno di tutto pur di tenere alto il livello della sicurezza. Purtroppo allo stesso tempo ci sono i truffatori che puntano alcune carte in particolari, specialmente quelle più diffuse sul territorio.

Una di queste è di sicuro la Postepay di Poste Italiane, la quale risulta una delle più protette in assoluto. Purtroppo a lasciare via libera alle truffe e ai truffatori sono gli stessi utenti spesso in maniera inconsapevole. I vari tentativi di phishing hanno proprio questo obiettivo: far credere all’utente di ricevere una comunicazione reale della banca quando invece si tratta solo di una truffa. Questa punta poi a svuotare il conto ottenendo le credenziali di accesso.

 

Postepay: la nuova truffa phishing mette in ginocchio gli utenti, ecco il messaggio

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO