contatori luce e gasLa pratica di manomettere i contatori di luce e gas per cercare di risparmiare sulle bollette sta diventando sempre più diffusa. Dopo lo scoppio della pandemia sempre più famiglie si sono trovano in difficoltà economica. Per cercare di far fronte a questo momento di crisi in molti hanno iniziato ad utilizzare pratiche non esattamente legali. Una di queste è la manomissione dei contatori di luce e gas.

La manomissione dei contatori può avvenire in modi diversi, tuttavia una delle pratiche più diffuse è quella che prevede l’utilizzo di un magnete; grazie all’utilizzo di una semplice calamita si può infatti rallentare, se non bloccare del tutto il conteggio delle utenze. Tuttavia esistono delle alternative legali a questa pratica.

Contatori luce e gas: risparmiare legalmente è possibile

 

Se si è in difficoltà economiche infatti è possibile richiedere la partecipazione al programma che mette a disposizione uno speciale bonus sulle bollette di luce e gas. Per accedere alle sovvenzioni sarà sufficiente accedere al si di ARERA e verificare se si possiedono i requisiti per usufruire dei bonus. Per quanto riguarda le bollette del gas i requisiti sono:

  • nucleo familiare con ISEE inferiore a 8’265 euro.
  • ISEE inferiore ai 20’000 in caso di famiglie con più di quattro figli a carico.
  • Nucleo familiare titolare di Reddito di Cittadinanza.
  • Possedere un contatore di classe non superiore al 6G.

 

Per quanto riguarda invece le bollette della luce:

  • Nucleo familiare con ISEE inferiore a 8’265 euro.
  • ISEE inferiore ai 20’000 euro in caso di famiglie con più di quattro figli a carico
  • Nucleo familiare titolare di reddito di Cittadinanza.