Barcode Scanner

Quando si pensa al Play Store di Google su Android tutti immaginano un luogo sicuro dove poter trovare applicazioni per tutti i gusti e le necessità. Nessuno mai penserebbe di trovarsi in pericolo e scaricare un pericoloso malware. Al contrario è proprio quello che è successo a 10 milioni di utenti che hanno installato Barcode Scanner, un’applicazione che nascondeva un pericoloso virus. Ecco i dettagli.

 

10 milioni di utenti infettati da Barcode Scanner, un’app che si è rivelata pericolosa

Sono 10 milioni gli utenti che hanno scaricato Barcode Scanner, un’applicazione che leggeva codici a barre e QR. Tuttavia una brutta sorpresa ha sorpreso tutti. All’interno di questa innocua applicazione di nascondeva un pericoloso malware.

Tutto ha avuto inizio quando, dopo un aggiornamento di Barcode Scanner, diversi utenti hanno cominciato a essere assaliti da pubblicità invasive. I produttori avevano rilasciato l’update il 4 dicembre 2020. Dopo un attento studio, dei ricercatori avevano individuato in Barcode Scanner un malware nascosto nel codice SDK pubblicitario.

Questo ha portato Google a rimuovere Barcode Scanner dallo store. Tuttavia più di 10 milioni di utenti avevano scaricato e installato questa applicazione. Mantenere attiva un’applicazione pericolosa su Android mette a rischio i propri dati personali. Questo perché possono carpire codici e password utili ai cybercriminali per accedere ad informazioni sensibili.

Non è mistero che questa sia una tecnica anche per trovare il modo di accedere all’home banking e racimolare più soldi possibili. Un’altro obbiettivo è quello di creare profili con le informazioni degli utenti per poi venderle a società di marketing che lavorano con modalità discutibili.

Perciò è davvero importante rimanere informati su quello che succede, soprattutto quando vengono individuate app pericolose come Barcode Scanner. In questo modo è possibile disinstallare l’applicazione malevola e scongiurare possibili furti o danni ai propri dispositivi. Si consiglia inoltre di effettuare un reset di fabbrica del dispositivo in modo da eliminare ogni contenuto che potrebbe rimanere attivo nel sistema operativo.