playstation-5-console-mining-criptovaluteSony potrebbe consentire a una banana di essere utilizzata come controller per PlayStation.

Il brevetto trapelato online mostra l’utilizzo della frutta – o apparentemente qualsiasi oggetto – come se fossero veri e propri controller su misura per la propria console, invece di quelli tradizionali. I controller tradizionali possono essere una “barriera” a causa della loro complessità tecnica (e quindi costo).

La maggior parte delle console ha un solo controller. Quel controller potrebbe essere l’unico a cui un utente ha accesso in assoluto dal momento dell’acquisto di una nuova PlayStation. Senza periferiche aggiuntive, l’utente potrebbero non essere in grado di accedere all’intera gamma di funzioni disponibili, come la modalità multiplayer o la realtà virtuale.

“Anche se un giocatore è in possesso di più periferiche, ciascuna di queste potrebbe richiedere di essere ricaricata regolarmente per essere utilizzabile”. Tuttavia, questi problemi potrebbero essere superati con una banana, o altri oggetti simili. I designer di questo progetto hanno usato anche l’esempio di un’arancia.

Sony PlayStation 5: nuovi brevetti mostrano un controller a forma di banana

I ricercatori suggeriscono che sarebbe generalmente utile se i giocatori potessero usare “un dispositivo economico, semplice e non elettronico come periferica per videogiochi”. La banana presumibilmente funzionerebbe in modo simile ai controller PlayStation Move attualmente disponibili e utilizzati per tracciare i movimenti dei giocatori.

Secondo quanto descritto nel brevetto, la console potrà rilevare se il giocatore ha un oggetto che funge da controller, anche se non è quello tradizionale. Sarebbe in grado di dire quando le persone spostano quell’oggetto, permettendo agli utenti di sfruttare un qualsiasi oggetto quando necessario. Questo sistema è il focus di questo genere di controller alternativi.

Nel report si parla di una banana con pulsanti sovrapposti sulla sua superficie, presumibilmente utilizzati con l’ausilio di un auricolare per realtà virtuale. Il deposito, individuato inizialmente da GamesIndustry.biz, è stato presentato per la prima volta la scorsa estate. Come con qualsiasi brevetto, non c’è nulla che indichi che Sony stia lavorando concretamente a questi nuovi controller oltre ai documenti iniziali.