Smartphone: ricordatevi di non tenerlo in carica mentre dormite, ecco perché

Siamo “adulti e vaccinati”, dunque ognuno di noi conosce quella “leggenda” che narra di non tenere mai il dispositivo accanto mentre dormiamo per evitare problemi di salute. Su questo non abbiamo ancora certezze, così come non vi sono prove che gli smartphone causino tumori. Questa volta vogliamo invece fossilizzarci sulla cura della batteria del proprio telefono. Insomma, in un modo o nell’altro tenere lo smartphone lontano dal comodino la notte, è la miglior cosa da fare.

Smartphone: meglio evitare di tenerlo in carica tutta la notte

Iniziamo dalla struttura della batteria: da quali elementi è composta? La maggior parte di queste è fatta di ioni al litio. Ciò significa che, nel momento in cui queste vengono caricate in maniera eccessiva, lo smartphone è soggetto a vita più breve. È anche vero che non tutti hanno questo problema, in quanto ve ne sono molti dotati di un sistema capace di gestire e bloccare il ciclo di ricarica, una volta arrivato a compimento.

Ciò non toglie però che la batteria possa avere altri problemi. Tra le altre cause troviamo il surriscaldamento dello smartphone che può essere provocato dalle nostre abitudini. Ci riferiamo a quando, non sapendo dove metterlo, lo si mette in tasca.

Cosa fare allora? Tenete lo smartphone ad una temperatura mite e non calda, evitando luoghi troppo caldi, come le tasche o la coperta del letto. Un altro tipo di precauzione, può essere quella di non ricaricare il telefono mai fino al 100% e di non portarlo mai allo 0%. Piuttosto vi consigliamo di tenerlo tra il 20% e l’80%.