signalLe app di messaggistica istantanea più scaricate in assoluto sono WhatsApp e Telegram, molti però sono venuti a conoscenza di quest’app nell’ultimo periodo, in seguito alle situazioni spiacevoli che successe a WhatsApp. L’app di cui vi parliamo è Signal, la quale tiene particolarmente alla privacy. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Signal: la migliore app per chat e gruppi sta per radere al suolo la concorrenza di WhatsApp e Telegram

Con Signal spariranno definitivamente i problemi riguardanti la privacy, poiché ha una politica di riservatezza molto ferrea. Gli algoritmi utilizzati sui sistemi operativi Android, iOS e Desktop sono assolutamente ineguagliabili.

I sistemi di sicurezza che vengono utilizzati con Signal sono decisamente di primissimo livello e non si limitano solo a soluzione che mirano a rendere i messaggi più sicuri. Di fatto, Signal mette a disposizione dell’utente una protezione logico-matematica, con chiavi nascoste all’avanguardia e rimescolate davvero in continuazione. Ogni bit è codificato eccellentemente e rendono i dati non intercettabili alla rete.

Tuttavia, nonostante tutte queste funzioni decisamente eccellenti, molti tendono a pensare che potrebbero esserci dei rallentamenti, ma possiamo confermare che non è così. Abbiamo la possibilità di utilizzare l’app come meglio crediamo con tutte le funzionalità del caso, videochiamate e chiamate protette, messaggi con timer di distruzione, strumenti di condivisione avanzata per documenti, GIF, sticker, foto, audio e altro ancora.

Come detto prima, molti utenti stanno pensando di utilizzare Signal dopo tutto quello che è successo con WhatsApp e dopo le varie promesse fatte anche da Telegram per quanto concerne gli aggiornamenti, che non sempre sono puntuali.