WhatsApp: un messaggio annuncia il ritorno a pagamento per il mese di marzo

Le notizie che girano sul web spesso e volentieri hanno bisogno di una o più verifiche al fine di essere asserite in quanto vere. Purtroppo la situazione delle fake news che spesso sfociano in truffe vere e proprie è diventata insostenibile, anche per quanto concerne le applicazioni che dovrebbero essere più affidabili. Tra queste, suo malgrado, c’è anche WhatsApp, nota applicazione di messaggistica istantanea che purtroppo non può che provare solo a limitare questo fenomeno.

Da diverso tempo infatti gli utenti tendono a lamentarsi, ma durante gli ultimi giorni sarebbe accaduto qualcosa di clamoroso. Un nuovo messaggio avrebbe portato scompiglio nella chat mettendo tutti i clienti di WhatsApp in stato di agitazione. Il testo si sarebbe diffuso a macchia d’olio e in poche ore in diverse zone d’Italia, spingendo gli utenti a chiedere delle spiegazioni.

 

WhatsApp: si ritorna a pagamento improvvisamente secondo il nuovo messaggio che non è altro che è una fake news

Il ricordo del vecchio WhatsApp porta di sicuro ad un’unica idea: quella del pagamento annuale. In tanti ricorderanno che ogni 365 giorni la nota applicazione di messaggistica istantanea necessitava di 0,89 € per funzionare su ogni dispositivo. Sono tanti anni ormai che quell’obolo annuale non esiste più visto che l’applicazione risulta gratuita per tutti.

Secondo il messaggio che starebbe girando in queste ore su WhatsApp, l’applicazione sarebbe pronta a ritornare ai vecchi metodi. Il pagamento potrebbe infatti essere ripristinato, sempre secondo il testo, entro il prossimo mese di marzo. Ovviamente non c’è nulla di vero in tutto questo ma si tratta solo di una fake news messa in giro solo per far spaventare gli utenti.