boeing-atterraggio-emergenza-esplosione-motore

Un Boeing 777-200 è stato costretto a un atterraggio di emergenza a causa di un problema al motore di destra. Dopo non molto dal decollo l’aereo ha iniziato a perdere qualche pezzo del motore tra cui totalmente la copertura esterna. I detriti sono precipitati su Denver, la capitale del Colorado. Si sono sparpagliati per tutta una zona residenziali, ma per fortuna non sembra ci siano stati danni.

Secondo le testimonianze di chi era a bordo, c’è stata un’esplosione nella parte destra. Chi era vicino ai finestrini ha potuto vedere una nuvola di fumo per poi assistere al motore avvolto dalle fiamme. Anche da terra sono riusciti a vedere quello che stava succedendo.

blank

Per fortuna non si è trasformato in un incidente mortale neanche per chi era a bordo del Boeing in questione. Il pilota ha eseguito un atterraggio di emergenza riuscendo a mantenere l’aereo stabile. Anche se ovviamente assistere a un esplosione del motore sia destabilizzante per chiunque, soprattutto per i passeggeri, questi aerei sono in grado comunque di viaggiare con un solo motore per un po’ di tempo.

 

Boeing: un motore che prende fuoco

Il volo era della United Airlines e la Federal Aviation Authority ha annunciato che l’aereo è riuscito a tornare all’aeroporto internazionale di Denver con a bordo tutti i 231 passeggeri e 10 membri dell’equipaggio. Ora sono ovviamente partite le indagini per cercare di scoprire come tutto questo è potuto accadere. Anche se al momento non sembrano esserci feriti a terra, lo stesso ente ha chiesto a chiunque sia stato colpito da un detrito di farsi avanti. Nel frattempo è anche partita la caccia proprio ai detriti per tutta la zona residenziale di Broomfield.