blank

Chi è del settore sa della tragica situazione nel mondo del gaming e dell’hardware per pc. Sono stati mesi duri per chi desiderava aggiornare il proprio pc o semplicemente acquistare una scheda grafica di nuova generazione. La situazione è dovuta principalmente al fenomeno del mining, che ha flagellato il mercato con l’acquisto e il conseguente esaurimento di tutte le scorte sia di AMD che di Nvidia. Ma ora l’azienda americana sembra aver trovato un modo per sistemare la situazione e, visto l’imminente lancio della RTX 3060, tanto attesa per il suo prezzo concorrenziale e delle prestazioni più che adeguate, garantirne quindi le scorte per più tempo.

 

Una modifica contro il mining

Sembra infatti che la nuova RTX 3060, dopo attente ricerche da parte di Nvidia, verrà lanciata sul mercato con una piccola modifica. Secondo l’azienda, un particolare algoritmo di modifica ai driver permetterà ai giocatori di usarla normalmente senza limitazione, mentre i miner vedranno una potenza ridotta anche del 50% nel mondo del mining dell’Ethereum, limitando l’hash rate e soprattutto la convenienza energetica nel suo utilizzo.

Un intervento di questo tipo si è reso necessario non tanto per l’azienda, che in ogni caso venderebbe tranquillamente tutte le schede, ma per la furia degli utenti e soprattutto per l’immagine dell’azienda agli occhi dei gamer. Speriamo che finalmente una soluzione di questo tipo possa porre fine a questa situazione, e dare una boccata di ossigeno agli acquirenti bloccati da mesi.

Se questa soluzione dovesse funzionare, senza dubbio Nvidia provvederà ad applicarla anche sulle prossime schede video, risolvendo un problema unico nel suo genere.