blank

Noi tutti ovviamente abbiamo nelle nostre tasche ogni giorno un discreto quantitativo di monete, da pochi centesimi fino ad un paio di euro, di queste spesso quelle di maggior rilievo sono le monete da due euro in quanto ovviamente con un valore più alto, quello che però potrebbe far brillare gli occhi a molti, è avere tra le mani una moneta rara il cui valore va oltre quello scritto sulla faccia anteriore.

Generalmente queste monete rare presentano un gran bel mercato intorno a loro, composto ovviamente da collezionisti disposti a sborsare anche piccole fortune per portarsi a casa questi piccoli pezzi di storia rari, ovviamente riconoscerle tutte senza informarsi oltre non è possibile, però è fattibile intuire quali monete meritino dell’interesse aggiuntivo da parte nostra, vediamo insieme come.

Monete degne di interesse

Le monete da due euro che probabilmente meritano un certo interesse sono assimilabili ad alcune categorie predefinite, innanzitutto per non essere comuni e dunque rare devono avere una tiratura abbastanza ridotta, quindi il loro conio non deve arrivare a milioni bensì a qualche decina di migliaia.

Detta questa premessa, una moneta da due euro può essere rara e dunque di valore se coniata ad esempio per commemorare un preciso avvenimento, cosa che ovviamente reca un valore aggiunto.

Assume valore anche in virtù dell’anno di conio e della nazione che le ha coniate, se infatti quella determinata tiratura in quell’anno è presente in un numero di copie davvero ridotta, allora quella moneta di due euro vale una fortuna.

In ultima istanza non possiamo non citare le monete con difetti di conio, esse infatti sono rarissime, dal momento che i controlli post conio sono due e quindi sfuggirvi è davvero un’impresa quasi impossibile, ciò ovviamente rende le monete dei pezzi unici dal valore incredibile.