blank

Uno dei malware più temuti dagli utenti Android è tornato a circolare in app insospettabili. Si chiama Joker, e fa così paura perché funziona in due direzioni differenti e complementari che possono mettere in seria difficoltà chi ne resta vittima.

Un primo modo con cui il virus agisce è in qualità di spyware, con cui si intende un software capace di leggere i dati presenti nelle chat e negli SMS; riesce a controllare chi è presente nella lista contatti e, nelle sue versioni più evolute, anche a visualizzare i file e i media presenti sul dispositivo.

Questo malware, però, può anche interagire con i dialer, ossia quelle componenti che mediano le chiamate in entrata e in uscita: questa sua capacità rischia di attivare VAS, promozioni indesiderate e abbonamenti per cui non è stato espresso consenso esplicito dal cliente.

Joker, ecco quali servizi vi potrebbero addebitare sul credito residuo e sul conto

Uno dei maggiori problemi che questo virus comporta è proprio l’attivazione indesiderata di servizi a pagamento. Di solito si tratta di servizi in qualche modo sviluppati dagli hacker che hanno mandato in giro lo stesso malware, oppure a terzi collegati ad essi.

Si può trattare di giochi, suonerie, oroscopi a cui il cliente non si è abbonato consensualmente, e che iniziano ad intaccare il credito residuo.

Peggio ancora, nel caso in cui sia attiva l’opzione di ricarica automatica del credito telefonico, verrebbero effettuati numerosi accrediti consecutivi non appena quest’ultimo si esaurisce.

Qualora verificaste la presenza di addebiti insoliti sul vostro conto, o aveste scaricato l’app Keyboard Wallpaper, vi consigliamo di controllare la provenienza degli addebiti e cancellare questo software, disinstallandolo.