blank

La mascherina è ormai divenuta parte della nostra fisionomia nei contesti sociali, data la necessità di indossarla continuamente in ogni luogo pubblico sia all’aperto sia al chiuso.

Adoperarla risolve numerosi problemi e rappresenta uno dei mezzi principali di protezione dal contagio, insieme alle norme igieniche ampiamente raccomandate durante questo periodo di pandemia. Eppure indossarla crea alcune difficoltà (oltre che di respirazione, come hanno riferito in molti): i dispositivi elettronici abilitati al riconoscimento facciale per lo sblocco non riescono a individuare correttamente la figura, in quanto la mascherina va ad oscurare parte del volto.

Una spinta al cambiamento potrebbe però venire da Apple, mostratasi sensibile alla tematica e propositiva nel tentativo di trovare una soluzione al problema. Tant’è che dal prossimo aggiornamento la società di Cupertino introdurrà il riconoscimento facciale anche con indosso la mascherina.

Face ID, ora iPhone si sbloccherà anche con la mascherina addosso

A partire dall’update iOS 14.5, dopo una fase di beta testing, gli utenti potranno sbloccare il proprio iPhone senza abbassare la mascherina o ricorrere a metodi alternativi – come l’inserimento del codice o il Touch ID.

Il miglioramento degli algoritmi renderà «più rapido l’accesso al campo di inserimento del codice sui dispositivi dotati di Face ID quando indossi una mascherina», come riferisce la stessa Apple tramite un annuncio ufficiale.

Con un’unica limitazione: il proprietario dovrà avere con sé il proprio Apple Watch. Guardando l’iPhone per effettuare lo sblocco, arriverà un feedback tattile al polso che indicherà il corretto completamento dell’operazione. Non sarà quindi necessario avvicinare lo smartwatch o girarlo in direzione del viso: fungerà esclusivamente da conferma.