IPTV: clmaorosa svolta, dal prossimo anno Sky gratis non ci sarà più

Con il mese di Febbraio inizia una stagione particolarmente ricca di eventi per Sky. Sulla pay tv satellitare a breve ripartiranno grandi esclusive come la Champions League, l’Europa League, ma anche Formula 1 e motomondiale. Da qui al mese di Giugno, tante persone per seguire la propria squadra del cuore o il proprio sport preferito attiveranno un piano di visione a Sky. Tanti però si affideranno all’ IPTV, la tecnologia di streaming illegale.

 

IPTV e lo streaming illegale di Sky: tutti i rischi previsti per i clienti

In Italia, purtroppo, questa tecnologia è ancora molto popolare. Dopo la presenza costante dei “pezzotti”, tante persone hanno scoperto i canali VPN. Questo sistema è ancora più comodo dei classici “pezzotti”: attraverso le chat di Telegram o quella di WhatsApp vengono infatti pubblicizzati dei link utili per la visione quasi gratuita dei canali di Sky e delle sue principali esclusive.

A promuovere gruppi e canali IPTV su Telegram e WhatsApp ci sono spesso dei malintenzionati. Per questa ragione, l’attenzione degli utenti deve essere sempre molto alta e non ci si deve limitare solo all’apparente vantaggio dei risparmi. 

Talvolta chi sceglie il sistema dell’IPTV rischia anche di essere truffato. A seguito di richieste di pagamento per l’attivazione di canali di streaming illegale, i cybercriminali non corrispondono alcun servizio in cambio. Il rischio di perdere denaro è quindi elevato.

Occhi aperti, poi, anche alle sanzioni previste dalla legge: l’IPTV in Italia prevede sanzioni chiare: si va da una multa dal valore massimo di 30mila euro alla galera dai sei mesi ai tre anni.