Coronavirus profezia virus più letale

Nel corso del 2020 e anche in queste prime settimane del nuovo anno abbiamo assistito al diffondersi incessante del Coronavirus. Nonostante questo, sembra che il futuro ci riservi altrettante brutte sorprese. Secondo una profezia di un medico spagnolo, infatti, potrebbe sopraggiungere un nuovo virus ancora più letale.

 

Il futuro potrebbe rivelarci altre brutte sorprese, secondo un medico spagnolo

Non c’è mai fine al peggio, o almeno questo è quello che sembra pensare Juan Fueyo, un medico spagnolo. Quest’ultimo ha infatti scritto un libro in cui è presente una profezia che, se risultasse vera, sconvolgerebbe nuovamente le vite di tutte le persone al mondo. Nello specifico, a quanto pare il Coronavirus non sarà l’ultima minaccia, anzi. In futuro, secondo il medico, potrebbe arrivare un nuovo virus che potrebbe provocare la morte di oltre 3,5 milioni di persone. 

“È molto probabile che la nostra generazione subisca un’apocalisse e che un virus uccida 3,5 milioni di persone nei prossimi dieci anniC’è molto sovraffollamento nelle città e questo è il grande problema, la globalizzazione”. La causa scatenante del diffondersi incessante di queste minacce, quindi, risiederebbe nella globalizzazione. Secondo Juan Fueyo, una delle poche soluzioni per affrontare situazioni del genere sarebbe progettare un piano di attacco pandemico.

Il medico ha infatti così dichiarato: “Se arriva un virus del vaiolo che è più letale e ha la caratteristica di infettare parti più ampie della popolazione, sarà molto più grave. Bisogna aver paura ed essere consapevoli. Ora siamo in uno dei picchi maggiori della pandemia e dobbiamo imparare da questo, produrre cambiamenti nel governo e nelle istituzioni internazionali. Un modo per farlo è con previsioni drastiche basate sui dati. Abbiamo bisogno di un piano di attacco pandemico come quello che abbiamo per prevenire attacchi di armi nucleari”.