Negli ultimi mesi la discussione intorno ai “rollable“, gli smartphone con lo schermo in grado di arrotolarsi e srotolarsi, si è accesa prima con il concept mostrato da Oppo, e poi con quello esibito da LG in occasione del CES 2021.

Proprio durante quest’ultima settimana, anche Samsung ha puntato su un brevetto che mira in questa direzione. L’azienda l’azienda coreana è leader indiscussa del settore dei pieghevoli, che ha inaugurato con Galaxy Fold, ma ora sembrerebbe occuparsi anch’essa di display Rollable. Ecco i dettagli.

 

Samsung interessata ai display Rollable

Era plausibile, quindi, immaginare che l’azienda sud coreana non si sarebbe lasciata sfuggire l’occasione di cimentarsi anche con le nuove opportunità di form factor fornite dai rollable. E a quanto pare non servirà aspettare molto, anzi: il 2021 potrebbe essere già l’anno giusto. Come riportato da TheElec, infatti, Samsung Display ha comunicato che entro l’anno darà il via alla produzione di schermi arrotolabili e scorrevoli.

Il vicepresidente senior, Choi Kwon-Young, ha inoltre dichiarato nel corso della teleconferenza con gli azionisti relativa al quarto trimestre finanziario di Samsung Electronics che l’azienda continuerà a puntare forte sui display pieghevoli, con soluzioni anche medio-piccole. Questo significa due cose: la prima è che l’eventuale sviluppo della nuova categoria dei rollable nei piani di Samsung non è alternativo a quello dei foldable, ma vi si affianca.

Inizialmente foldable e rollable non saranno nemici, ma in prospettiva non escludiamo che una delle due soluzioni possa alla fine prevalere sull’altra. In secondo luogo, la precisazione in merito alle dimensioni degli schermi pieghevoli può far pensare a un mercato (e quindi il riferimento non è solo ai prodotti targati Samsung) che in tema di foldable punterà forte su soluzioni a conchiglia, in stile Z Flip.