Fisco

Il 2021 sarà l’anno in cui ripartiranno a regime tutte le attività del Fisco. Già nelle prossime settimane l’Agenzia delle Entrate potrebbe inviare un gran numero di cartelle esattoriali agli italiani in debito con le tasse. Dopo lo scudo garantito dalle misure economiche per il Covid, proprio a partire da questo mese di Gennaio ripartono quindi i pagamenti nei confronti dell’Erario.

 

Fisco, 50 milioni di cartelle esattoriali per 9 milioni di italiani

Sulla base delle ultime rilevazioni da parte del Fisco ci sono ben 9 milioni di italiani in procinto di ricevere cartelle esattoriali. Il numero delle ingiunzioni di pagamento ha raggiunto una cifra altrettanto ragguardevole: ben 50 milioni. Nei 9 milioni di contribuenti sono inclusi sia privati cittadini che partite IVA.

L’invio delle cartelle esattoriali da parte del Fisco e dell’Agenzia delle Entrate avverrà grazie al supporto strategico di Poste Italiane. La contingentazione delle spedizioni fare che che ogni mese, da qui sino a fine anno, saranno inviate in media cinque milioni di cartelle esattoriali.

Il dibattito nazionale però è ancora aperto. Nelle scorse giornate, date anche le misure di sostegno per la pandemia ancora in corso, il Governo non ha escluso l’ipotesi di un saldo e stralcio per alcuni debiti e per alcune cartelle esattoriali. Nel Decreto Ristori che dovrebbe essere varato a breve potrebbero esserci già novità in merito.

Lo scenario tuttavia è ancora in divenire. La possibile crisi di Governo di queste ore potrebbe rimettere tutto in gioco. Contribuenti e partite IVA, intanto reclamano, un nuovo stop da parte del Fisco o quantomeno la possibilità di dilazionare i pagamenti in più rete.