Coronavirus: questi due FARMACI riducono la mortalità dettata dal virus

Il coronavirus continua la sua diffusione in maniera più o meno indisturbata. Dopo mesi di libertà però, questo inizia a tremare grazie all’arrivo delle dosi vaccinali. E non finisce qui, perché stanno per giungere dal Regno Unito due FARMACI che, a quanto pare, riducono la MORTALITA’ causata dal Covid-19.

 

Coronavirus: la scoperta dei benefici di tocilizumab e sarilumab

Uno studio clinico Remap-Cap vede al centro la scoperta di tocilizumab sarilumab. Come già anticipato, trattasi di due medicinali, (che solitamente si utilizzano per il trattamento dell’artrite reumatoide) ultimamente somministrati a pazienti affetti da Covid-19 e in condizioni critiche.

Per gli studi sono stati coinvolti ben 800 pazienti con coronavirus, la cui metà ha avuto a che fare con la cura standard mentre il resto ha ricevuto l’aggiunta di tocilizumab e sarilumab. Cosa è emerso dalle analisi? Il tasso di mortalità è diminuito dal 36% al 27% e non solo. Sembra che questi ultimi siano tornati a casa 10 giorni prima anziché 6.

Questo è un significativo passo avanti per aumentare la sopravvivenza dei pazienti in terapia intensiva con COVID-19”, ha commentato Jonathan Van-Tam, vicedirettore sanitario (Deputy Chief Medical Officer). “I dati mostrano che tocilizumab e probabilmente sarilumab (per il quale esistono meno dati, ndr) accelerano e migliorano le probabilità di recupero in terapia intensiva, che è fondamentale per aiutare ad alleviare la pressione su terapia intensiva e ospedali e per salvare vite umane”.

Il vantaggio della scoperta contro il Coronavirus sta anche nei costi. Difatti, sebbene un solo ciclo di terapia standard costi dalle 750 alle 1000 sterline, con la somministrazione dei due farmaci in questione si eviterebbero costi aggiuntivi e d