WhatsApp: nuovo messaggio di ritorno a pagamento e ulteriore arrabbiatura

Non sarà di certo questo è il miglior periodo per l’applicazione più famosa del mondo che è WhatsApp, la quale sta subendo varie critiche. In molti in realtà non sanno neanche cosa sta succedendo di preciso, ma si accodano alla lunga fila di persone indignate.

Infatti, secondo quanto riportato, con i nuovi termini e con le nuove condizioni, ciò che accadrà non sarà altro che la concessione da parte del pubblico della condivisione dei dati in favore di Facebook. Tutto ciò prima era ovviamente è facoltativo, mentre adesso risulterà obbligatorio ma solo a partire dal prossimo mese di febbraio. Nel frattempo qualcuno ha notato che su WhatsApp continuano a circolare messaggi molto strani. Uno di questi avrebbe infatti colto nel segno mettendo tutti in stato di agitazione. 

 

WhatsApp: secondo il nuovo messaggio si ritornerà a pagamento a partire dal prossimo mese di febbraio

Sono ormai diversi giorni che su WhatsApp si sta diffondendo un messaggio all’interno delle chat mediante le solite catene di Sant’Antonio. Stando a quanto riportato gli utenti avrebbero ormai in mente, grazie a quanto scritto nel testo, che WhatsApp potrebbe ritornare a pagamento. Ovviamente non c’è nulla di vero in tutto questo visto che WhatsApp non ha alcun pensiero che potrebbe riguardare un ritorno al passato.

Si tratta semplicemente di un messaggio messo in circolo da qualcuno che non aveva di meglio da fare. Magari la strategia potrebbe essere diversa: qualcuno della concorrenza avrebbe diffuso il messaggio in modo da spingere le persone a cambiare bandiera. Ovviamente ne sapremo di più nei prossimi giorni ma per il momento c’è da stare tranquilli.