WhatsApp: così vi portano via l'account, ecco il comunicato della PoliziaWhatsApp colpisce ancora. Dopo i recenti aggiornamenti che non hanno soddisfatto a pieno gli utenti, negli ultimi giorni è arrivata una nuova stangata che sta spingendo centinaia di migliaia di utenti ad abbandonare il servizio di messagistica numero uno al mondo. In concomitanza con l’inizio del 2021, di fatto, il colosso della messaggistica ha annunciato dei cambiamenti radicali nei termini e condizioni di utilizzo dell’app. Negli ultimi giorni, di fatto, circa 5 miliardi di utenti in tutto il mondo si sono ritrovati dinanzi ad un messaggio non comune con il quale sono state esposte le nuove modifiche relative all’informativa sulla privacy. Cosa cambierà quindi nelle prossime settimane?

L’entrata in vigore delle modifiche è prevista per il prossimo Lunedi 8 febbraio, data in cui verranno introdotte ufficialmente le nuove condizioni. L’azienda, come da regolamento, sta lentamente avvisando i propri utenti, chiedendo a questi ultimi di accettare le nuove condizioni. Chiunque vorrà quindi continuare ad utilizzare il servizio non potrà far altro che accettare la nuova condivisione delle informazioni con Facebook

All’interno del messaggio inviato agli utenti si può quindi leggere quanto segue: “Toccando Accetto, accetti i nuovi termini in vigore dall’8 febbraio 2021. Dopo tale data dovrai accettare i nuovi termini per continuare a utilizzare WhatsApp“.

WhatsApp: le novità in arrivo non piacciono agli utenti

Costringere gli utenti online a compiere una determinata azione non è mai stata una buona mossa. Negli ultimi giorni, di fatto, Whatsapp ha perso centinaia di migliaia di utenti che hanno deciso di passare a Telegram e altri. Le nuove modifiche all’informativa sulla privacy, di fatto, prevedono la condivisione forzata con Facebook delle principali informazione relative al proprio account, come il numero di telefono, i dati delle transazioni, le informazioni sui dispositivo utilizzati e tutti i dati relativi al proprio indirizzo IP.

Voi cosa ne pensate? Avete già accettato le nuove condizione? Fatecelo sapere nei commenti!